AMMINISTRAZIONE COLF & BADANTI
ASSUNZIONE COLF
CONTRATTO DI SOGGIORNO
MATERNITA'
DICHIARAZIONE LAVORO
DISOCCUPAZIONE
CALCOLO RETRIBUZIONI & TFR
UNICO PF
 

 

 

FIRMA DIGITALE



 RISORSE A.P.S
I Rifugiati
SERVIZI
Colf & Badanti
Area CAF
Firma Digitale & PEC
Fideiussioni
Nuove Attività
ASSISTENZA
Assegni famigliari
Maternitè
Mobilità
Pensione
BONUS SOCIALE
Caro Affitto
Dote Scuola
Bonus Energia
Bonus Gas
Bonus Prima Casa
 LINKS UTILI
Ambasciate Estere
Ambasciate Italiane
Inps
Inail
Agenzia delle Entrate
*Regione Lombardia* dal 7 giugno il via alle domande "CARO AFFITTO" Contributo straordinrio per disoccupati e sfrattati
© 2002 APS .:: Agenziaperstranieri.it ::.
                    CONCESSIONE DELLA CITTADINANZA ITALIANA AGLI STRANIERI RESIDENTI IN ITALIA

La Prefettura provvede all'istruttoria della domanda inviandola al Ministero dell'Interno e al Ministero degli Esteri, entro 30 giorni dal ricevimento, corredata dal rapporto informativo della Questura. Il Ministero procede a richiedere il parere del Consiglio di Stato. Ove questo parere sia favorevole il Ministero provvede ad emanare il D.P.R. di concessione che deve essere firmato dal Presidente della Repubblica. Il decreto viene trasmesso alla Prefettura che provvede a consegnarlo all'interessato. Il cittadino straniero al quale è stata concessa la cittadinanza ha 6 mesi di tempo dalla consegna del decreto per prestare giuramento presso il Comune di residenza. 


La cittadinanza può essere concessa:

1. allo straniero del quale il padre o la madre o uno degli ascendenti in linea retta di secondo grado sono stati cittadini per nascita, o che è nato nel territorio della Repubblica e, in entrambi i casi, vi risiede legalmente da almeno 3 anni. L'art. 4, comma 1, lettera c), della Legge n. 91/92 prevede, inoltre, che il cittadino straniero, del quale il padre o la madre o uno degli ascendenti in linea retta di 2° grado, sono stati cittadini per nascita, può divenire cittadino italiano se al raggiungimento della maggiore età, risiede legalmente da almeno due anni nel territorio italiano e dichiara, entro un anno dal raggiungimento della maggiore età, di volere acquistare la cittadinanza italiana;

2. allo straniero maggiorenne adottato da cittadino italiano che risiede legalmente nel territorio italiano da almeno 5 anni successivamente all'adozione; 

3. allo straniero che ha prestato servizio, anche all'estero, per almeno 5 anni alle dipendenze dello Stato italiano;

4. al cittadino di uno Stato membro dell'Unione Europea se risiede legalmente da almeno 4 anni nel territorio italiano;

5. all'apolide e ai rifugiati politici che risiedono legalmente da almeno 5 anni nel territorio italiano;

6. allo straniero che risiede legalmente da almeno 10 anni nel territorio italiano.

Documentazione occorrente:

Lista documenti
Moduli Richiesta
Copia del bollettino del versamento di € 200,00

Normativa di riferimento
:
- Legge 5.2.1992 n. 91, art. 4 e 9 (G.U. n. 38 del 15.2.1992)

DOWNLOAD LAVORA CON NOI NEWSLETTER CONTATTACI Home